Relazioni di coppia

Un incontro (im)possibile – Le soluzioni

John Gray - Marte Venere

Dopo essermi limitato ad una introduzione generale nel precedente articolo, ora vi farò addentrare nel mondo delle differenze tra uomo e donna – John Gray Gli uomini vengono da Marte e le donne da Venere (Rizzoli, 2009).

Secondo Gray una prima differenza emerge circa il parlare dei propri problemi. Poichè l’uomo è centrato soprattutto sul raggiungere degli obiettivi, “su Marte parlare di un problema equivale a una richiesta di consiglio. Quando viene consultato, un marziano si sente onorato dell’opportunità offertagli.(…) Questa abitudine marziana è una delle ragioni per cui gli uomini sono portati d’istinto a offrire soluzioni quando le donne parlano dei propri problemi. (…) Vuole aiutarla a sentirsi meglio risolvendole i problemi. (…) Tuttavia, una volta appurato che il suo contributo non ha avuto l’effetto sperato, continuare ad ascoltare la compagna gli riesce sempre più difficile: la sua soluzione è stata respinta e lui comincia a sentirsi inutile” (pagg.28-29). Ecco una prima forma di malinteso: lei gli parla di un problema, lui cerca di trovare una soluzione per lei, lei rifiuta, lui si sente rifiutato insieme alla soluzione e comincia a disconnettersi emotivamente da lei…è facile immaginare che la situazione terminerà in un aperto litigio o in un silenzio di inespresso nervosismo.

Infatti “le venusiane hanno valori diversi. (…) Dedicano molto tempo ad aiutarsi e vezzeggiarsi l’un l’altra. Il loro senso del sé si definisce attraverso i sentimenti e la qualità dei rapporti interpersonali. Si sentono realizzate tramite la partecipazione e la relazione” (pag.29). Agli occhi della donna, quindi, il partner che magari la interrompe mentre parla e le suggerisce di comportarsi in un certo modo non ha voglia di ascoltarla o sta banalizzando il problema o semplicemente non è abbastanza sensibile. Per esperienza posso dire che astenersi dal dare consigli, per un uomo, richiede di mordersi letteralmente la lingua in diverse situazioni. Ma è possibile. E se lo farà, il nostro marziano farà un’esperienza sorprendente: dopo una conversazione in cui tutto il suo contributo è oscillato tra il rimanere in silenzio (mordendosi la lingua) e l’annuire (“mmm”, “certo”, “sì”), la sua partner lo ringrazierà e lui la percepirà in una migliore condizione emotiva. Il potere del semplice ascolto!
Ecco la strategia n.1 per l’uomo: anziché dare consigli, ascolta semplicemente.

Ascolto donna

La prossima volta toccherà alle donne!

 

Un pensiero riguardo “Un incontro (im)possibile – Le soluzioni”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...