Relazioni di coppia

Un incontro (im)possibile: emozioni o informazioni?

Negli ultimi due articoli sulle relazioni di coppia, abbiamo visto la paura principale dell’uomo (paura di dare) e la paura principale della donna (paura di ricevere).

Ora affronteremo il tema della comunicazione: sarà molto interessante perché ha molti risvolti concreti. Uomini e donne, secondo John Gray, parlano lingue diverse. Pensaci se sei una donna, quante volte ti è capitato di pensare qualcosa del tipo “E’ impossibile capire gli uomini! Non ti dicono mai quello che sentono”? E sei un uomo “E’ impossibile capire le donne! Non si capisce mai cosa vogliono”? E’ un’esperienza molto comune. E’ vero che i malintesi nella comunicazione possono avvenire con qualsiasi persona, anche del tuo stesso sesso. E’ altrettanto vero che le incomprensioni nelle relazioni di coppia sono più frequenti, in un certo senso più sistematiche.

uomo-e-donna-blog.metodo3emme.it_-780x450

Cerchiamo allora di capire meglio la natura di queste incomprensioni. Usiamo un esempio. Abbiamo il nostro lui e la nostra lei. Lei: “Non usciamo mai”. Lui: “Non è vero, siamo usciti la settimana scorsa”. Lei: “Ecco, lo sapevo che con te è inutile parlare!”. Lui: “Ma cos’ho detto di sbagliato?”. Cosa succede in questo caso? La nostra lei fa un’affermazione forte, come tutte le affermazioni che comprendono il sempre o il mai. Il nostro lui si attacca proprio a quel mai e le fa notare che ad esempio sono usciti la settimana scorsa, quindi non è vero che non escono mai. A quel punto, lei si arrabbia e lui si sente incompreso. Dove avviene il fraintendimento? Nel fatto che la nostra lei comunica in modo che potremmo dire evocativo, in modo cioè da suscitare emozioni, mentre il nostro lui in modo letterale, ossia comunica fatti, informazioni. A livello di fatti, è effettivamente falso che non escano mai. Ma la nostra lei non voleva essere presa alla lettera: voleva veicolare un significato emotivo, del tipo “sono triste che non usciamo più come prima” o “sarei felice di vivere più momenti speciali con te”. Se si esprimesse in questo modo esplicito, il nostro lui probabilmente la capirebbe fin dall’inizio; e, se tiene a lei, potrebbe cominciare a cercare una soluzione (ricordiamoci che di fronte a un problema gli uomini sono focalizzati alla soluzione). Immaginiamo che la nostra lei non abbia voglia di fissare la prossima uscita al ristorante ma che voglia invece capire perché stanno uscendo di meno e se questo significa qualcosa anche circa il proprio rapporto: in questo caso può chiedere apertamente “vorrei parlare del fatto che ultimamente usciamo di meno”. E’ molto importante che le richieste siano comunicate in modo esplicito, senza cadere nell’illusione che l’altro possa leggerle nella nostra mente, e che siano formulate in modo concreto, preciso, così che l’altra persona sappia esattamente cosa fare se acconsente alla nostra richiesta.

Mettendoci nei panni del nostro lui, di fronte a una frase di apertura “Non usciamo mai” potrebbe mettere insieme informazioni ed emozioni con una risposta del tipo: “Come mai dici questo? Ricordo che la settimana scorsa siamo usciti” o rispondere semplicemente “Come mai dici questo?”. Avrà una certa difficoltà a gestire quella parte della mente che gli dice “ma non è vero che non uscite mai!”; tuttavia se tollera questa frustrazione iniziale poi la comunicazione si farà più chiara e potrà capire cosa la sua compagna intendesse realmente con quella affermazione. Spesso è una richiesta di ritornare a un po’ del romanticismo e della creatività del primo periodo di innamoramento, e questo può essere un bene sia per lei che per lui. Un amore creativo si ricrea, un amore non creativo muore.

Il principio da tenere a mente è: le donne comunicano in modo principalmente emotivo, gli uomini in modo informativo. Per gli uomini il suggerimento è di non prendere alla lettera quello che dice la propria compagna ma attraverso le domande capire quali sono le emozioni e le motivazioni profonde dietro quello che dice – richiede pazienza ma poi ci sarà la soddisfazione di riuscire a capirla. Per le donne il suggerimento è di dire le cose in modo più preciso, esplicitare le proprie emozioni e le proprie richieste, in modo che il compagno non debba intuirle tra le righe.

presentazione-comunicazione-efficace-1-728

Amarsi è soprattutto parlare. Lo scrittore premio Nobel per la letteratura Gabriel Garcia Marquez consiglia di sposare una persona con cui ci piaccia parlare perché la bellezza fisica appassisce mentre il piacere nel parlare resta per tutta la vita. Fare attenzione a come parlate con il vostro partner potrebbe essere la cosa più importante della vostra vita!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...