Narcisismo

Il mito di Narciso, la realtà del narcisista

Uno dei termini psicologici più cercati su internet è ‘narcisista’. E questa ricerca è in costante aumento, segno che sempre più persone sentono di entrare in contatto con una persona narcisista nella propria vita quotidiana – è altamente improbabile infatti che un narcisista si renda conto di esserlo e si metta a cercare il proprio profilo psicologico su internet. Ma cosa significa esattamente narcisista?

La parola trae origine dal mito greco di Narciso, rappresentato anche da molti pittori tra cui il mio prediletto Caravaggio. Figlio di un dio e di una ninfa, Narciso è un cacciatore di straordinaria bellezza che però respinge chiunque si innamori di lui in malo modo; in particolare la ninfa Eco, ferita dal rifiuto al punto da trascorrere il resto della sua vita in valli solitarie, gemendo per il suo amore non ricambiato, finché di lei…rimase solo la voce – l’eco, appunto. Gli dèi decidono così di punire Narciso per la sua crudeltà; lo fanno innamorare della sua immagine che contempla riflessa su uno specchio d’acqua, lui in un raptus di passione si china per baciarla e affoga.

Narciso-Caravaggio-838x1024

Il termine narcisista è divenuto celebre in ambito psicologico dopo che lo utilizzarono Otto Rank (1911) e, chi se non lui, Sigmund Freud (1914). Nella psicologia attuale, con narcisista si intende un disturbo di personalità, ossia tutta la struttura interiore della persona si fonda su questo super-amore patologico verso se stessa. Questo disturbo è molto più diffuso negli uomini. La persona narcisista ha idee grandiose su di sé (per cui ritiene di meritare un trattamento speciale), desiderio di successo illimitato (per cui si sente sempre non sufficientemente apprezzata dagli altri) e di ammirazione incondizionata da parte degli altri, senso di vuoto, e poi le caratteristiche che più colpiscono chi ci entra in relazione: non riconosce i sentimenti e i bisogni degli altri (mancanza di empatia) e tende costantemente a manipolare le persone.

In quanto psicologo ho il dovere di fare una precisazione: non tutte le persone di cui pensiamo “è narcisista!” lo sono a livello patologico, da DSM. In diversi casi è probabile che si tratti di persone con tratti narcisisti piuttosto che con un vero e proprio disturbo di personalità: la diagnosi spetta solo allo psicologo o dallo psichiatra. A proposito, considera che secondo gli studi solo 1 narcisista su 10 si reca dallo psicologo! Come scrivevo prima, difficilmente il narcisista si rende conto di avere un problema visto che ha una visione grandiosa di sé: penserà piuttosto che il suo malessere sia colpa degli altri. Quindi, se conosci una persona che secondo te è narcisista e hai una buona confidenza con lei, valuta la possibilità di informarla sul disturbo narcisistico e sull’importanza di un sostegno psicologico. Anche farle leggere questo articolo può essere una base di partenza.

Conclusa questa parentesi, una domanda che probabilmente ti stai ponendo è: cosa porta una persona a crescere come narcisista?

Non c’è una risposta condivisa in quanto ci sono teorie differenti a riguardo. Secondo diversi autori, il senso di grandiosità di sé viene inculcato nel narcisista dalle figure genitoriali, che lo ritengono il classico ‘bambino speciale’ e che proiettano su di lui i propri desideri di successo irrealizzati. Secondo altri autori, il bambino-futuro narcisista vive in un ambiente familiare che trascura le sue emozioni e i suoi desideri, che non si prende veramente cura di lui: cresce così senza la capacità di sviluppare empatia e con la convinzione di poter contare solo su se stesso. A mio parere riguardo alcuni narcisisti può essere vera la prima teoria, riguardo altri narcisisti la seconda. Gli esseri umani sono differenti tra loro e possono arrivare ad uno stesso punto (il disturbo narcisista o i tratti narcisisti) attraverso strade diverse.

Le-grandi-mancanze-delle-persone-narcisiste

Passiamo ora alla parte più concreta e probabilmente più interessante per te.

Quali sentimenti suscita il narcisista quando si relaziona con te? Ti senti spesso attaccato/a, in quanto reagisce con rabbia ogni volta in cui ritiene di non essere stato sufficientemente considerato – e le sue aspettative sono alte come il cielo…Ti senti manipolato/a e in colpa, in quanto cerca di far leva su delle emozioni-ricatto per ottenere da te ciò che vuole. Ti senti non capito/a, e più radicalmente non visto/a: non tiene conto delle tue emozioni e dei tuoi bisogni. Ti senti invaso/a: parla di sé, di sé e ancora di sé, vuole la tua attenzione, vuole il tuo costante interesse, vuole entrarti ‘sotto la pelle’ come dicono gli americani o ‘dentro la mente’ diciamo noi psicologi.

Nasce una nuova domanda: se il narcisista ha questo esercito di qualità negative perché tuttavia ha fascino? Perchè ha un ascendente su di me?

Innanzitutto il narcisista, da esperto della persuasione, non ti mostra subito il suo pacchetto di qualità negative. Ti si mostra piuttosto con una bellissima copertina. E quando cominci a capire di che tipo di persona si tratti, ti scontri con quella parte di te che ha interiorizzato un ricordo speciale e a forte impatto emotivo di lui. Ti trovi in conflitto dentro di te.

Non sottovalutare poi il fatto che il narcisista sa suscitare forti emozioni in te. Ha un modo di raccontare accattivante, è molto espressivo, oggettivamente ha carisma e fascino – non a caso molti narcisisti popolano il mondo dello spettacolo. Specialmente se la tua personalità tende all’insicurezza, stare accanto a lui può trasmetterti un senso di rassicurazione. Ci pensa lui a gestire le cose, ad affrontare le situazioni.

Tuttavia, se ti stai frequentando con un narcisista o sei in una relazione con lui, a questo punto avrai capito che lui sta in relazione con la sua immagine più che con te. O si rivolge a uno psicologo, e questo sarebbe un segno di considerazione importante nei tuoi confronti, o è molto difficile che ci siano le fondamenta per proseguire la conoscenza reciproca o la relazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...