Narcisismo

3 Strategie per resistere ai narcisisti

In un precedente articolo abbiamo già visto le caratteristiche del narcisista: si crede superiore agli altri, vuole sempre ricevere la loro ammirazione, è incapace di empatia, manipola le persone come pedine su una scacchiera per raggiungere gli obiettivi che si è prefissato. Tuttavia all’inizio di una conoscenza è bravo a nascondere i suoi tratti negativi e ad apparire come una persona indipendente, ambiziosa, creativa, carismatica. Quando comincia a manifestare il proprio lato oscuro e patologico, l’altra persona spesso si è già fatta prendere nella rete del suo fascino…ed uscirne sarà difficile.

Cosa fare quando ci si rende conto di essere di fronte ad una persona (collega di lavoro, familiare, amico, partner) narcisista? Come resistere alle sue sirene?

draper_herbert_james_ulysses_and_the_sirens

Ecco tre strategie proposte dallo psicoterapeuta Les Carter (“Difendersi dai narcisisti”, Tea Pratica, 2018): esaminare la propria rabbia, rimuovere il fattore paura e nutrire fiducia interiore/autonomia.

Col suo modo di fare arrogante, è inevitabile che vi sentiate arrabbiati nei confronti della persona narcisista. Ecco perchè la prima strategia prevede di esaminare la rabbia. Anche se avete ragioni per essere arrabbiati, abbandonarvi agli scoppi di collera non è una soluzione: vedendovi perdere il controllo, la persona narcisista crederà di essere lei ad avere il controllo su di voi. E in effetti sarebbe così. Allo stesso modo comportarsi in modo passivo e reprimere la rabbia sarebbe ai suoi occhi un messaggio del tipo: ‘puoi continuare a comportarti come stai facendo ora’, un silenzio-assenso da parte vostra. La strada suggerita da Les Carter è quindi di esprimere assertivamente (non aggressivamente) la vostra giustificata rabbia. Parlare con fermezza, mantenere la vostra posizione anche di fronte agli attacchi, dire sì o no in modo chiaro, esprimere la vostra opinione senza cadere nella polemica. Anche se è probabile che il narcisista continuerà a comportarsi nel suo modo irresponsabile, voi avrete raggiunto un obiettivo importante: essere leali con voi stessi e con le vostre idee, riconoscervi il vostro potere personale anzichè delegarlo alla persona narcisista.

La seconda strategia consiste nel rimuovere il fattore paura. Spesso, dietro alla rabbia che abbiamo visto prima, si cela un sentimento più profondo che è la paura. Con paura non intendo soltanto lo stare in ansia, ma in generale il mantenersi sulla difensiva. Forme concrete attraverso cui ci si mette sulla difensiva sono: giustificare continuamente le proprie decisioni, fingere assenso quando si è in disaccordo, evitare la persona narcisista, parlarne male con altri piuttosto che affrontare con lei il problema. Spesso le persone ‘impaurite’ hanno avuto dei genitori che erano poco attenti ai loro bisogni emotivi di bambini, e queste persone sono così cresciute comportandosi allo stesso modo dei propri genitori: trascurando le proprie necessità e i propri diritti. Hanno quindi paura di affermare se stessi.  Per superare la paura è necessario pensare che le percezioni distorte che il narcisista vi attribuisce sono soltanto un suo problema; perciò potete anche smettere di giustificare le vostre scelte, è sufficiente che sappiate voi i validi motivi per cui le avete prese. E, soprattutto, non fermatevi alle parole ma agite in direzione del cambiamento. Tradotto in altre parole: non basta che sappiate cosa rispondere al narcisista, occorre soprattutto che agiate poi con fermezza e in modo coerente a quello che si è detto. Molti tentativi di emanciparsi dalla persona narcisista naufragano proprio su questo punto. Non diventate naufraghi anche voi.

La terza strategia consiste nel nutrire la fiducia in se stessi e nello sviluppare la propria autonomia. La persona narcisista ed il partner hanno solitamente una caratteristica in comune tra loro. Quale? Entrambi lasciano che il loro umore e la loro immagine di sè dipendano da come gli altri reagiscono a loro (da quanta ammirazione riceve il narcisista, da quanta vicinanza ottiene il dipendente). In entrambi i casi comunque da fattori esterni. Ve ne potete accorgere se: l’opinione degli altri influenza molto le vostre decisioni, quando l’altra persona è in disaccordo con voi vi date molto da fare per difendere la vostra spiegazione, quando l’altra persona è di cattivo umore tendete a sentirvi di cattivo umore anche voi, quando siete criticati vi mettete sulla difensiva. Si tratta di scoprire che dentro voi stessi avete più sicurezza e capacità di quelle che nel momento del litigio (col narcisista) pensate di avere. La qualità della vostra vita non dipende dalla persona narcisista, dipende da voi. Per sviluppare la necessaria fiducia, vi sarà utilissimo mettervi di fronte ad un foglio di carta e porvi domande come : Chi sono io? Quali sono i miei valori? E i miei punti di forza? Cosa mi piace? Cosa voglio? Prendetevi un quarto d’ora per pensarci e mettete nero su bianco quello che emerge dentro di voi, scrivete tutti quei comportamenti che non volete più assumere nella relazione con la persona narcisista e con quali nuovi comportamenti intendete sostituirli.

La Libertà che Guida il Popolo, un dipinto simbolo della Repubblica Francese

Ricordate che non è una vostra colpa se la relazione con la persona narcisista è difficile: è la persona narcisista ad avere dei tratti disturbati. Perciò potete fidarvi delle vostre intuizioni e di quello che sentite come più giusto per voi. Non dimenticandovi che il modo in cui rispondete alla persona narcisista, questa sì, è una responsabilità tutta vostra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...