Relazioni di coppia

Amore ed evoluzione: le leggi dell’attrazione

Una relazione sentimentale comincia dall’attrazione, tuttavia uomini e donne tendenzialmente sono attratti da caratteristiche diverse. Come scrive Grazia Attili, psicologa evoluzionista e grande esperta su questo tema, “se siete uomini a colpirvi sono state la bellezza e l’età, più o meno giovane, della vostra potenziale partner. La giovinezza è una garanzia di fertilità per un periodo lungo, vi assicura la possibilità di avere progenie”. Per quanto riguarda invece la bellezza, essa è “una garanzia di salute” e si basa su “una serie di proporzioni nel viso, le quali indicano che in quella ragazza non ci sono state anomalie nel suo sviluppo, che potrebbero poi essere trasmesse” ai figli avuti con lei (Attili, Il cervello in amore, 2017). Una piccola parentesi sulle famose misure 90-60-90: esse garantirebbero una riserva di grasso che si rivela utile durante il periodo della gravidanza e i primi tre mesi di allattamento.

Donna bella e giovane

Per quanto riguarda invece le donne, sembrano essere colpite soprattutto dal modo di fare deciso dell’uomo, dall’intelligenza che mostra nel suo modo di interagire, dallo status socio-economico, dalla disponibilità ad impegnarsi in un legame duraturo. Queste caratteristiche in un uomo sono correlate ad un maggior potenziale di successo sociale ed economico, e quindi garantirebbero alla donna che diviene sua compagna un accesso a maggiori risorse e una qualità di vita più elevata. Su questo punto potremmo sentirci scettici e pensare: “poteva essere vero nella vecchia società patriarcale ma non ora che crediamo nella parità dei sessi”. Una ricerca molto accurata dello psicologo David Buss confuta però la nostra posizione; svolta su un ampio campione di circa diecimila persona provenienti da varie nazioni e da tutti i continenti, la ricerca mostra che anche le donne economicamente indipendenti desiderano un uomo con uno status socio-economico superiore al loro.

Come si spiegano questi risultati?

Sembra che questi criteri ‘generali’ dell’attrazione tra uomo e donna tendano a rendere ottimale l’eventuale procreazione di figli. Soprattutto se pensiamo ai primordi dell’esistenza umana su questa terra, per una donna in gravidanza era fondamentale poter contare su un partner intenzionato a legarsi in modo duraturo con lei e capace di proteggerla dai molti rischi costituiti dalle condizioni ambientali e dalle minacce provenienti da animali pericolosi e da altri esseri umani. Così come era fondamentale che, durante i periodi della gravidanza prima e dello svezzamento del bambino poi, potesse contare su un compagno che fornisse a lei e al piccolo il cibo e le risorse necessarie.

Può nascere ora una nuova obiezione: eppure tante relazioni cominciano e si consumano senza mai sfiorare il pensiero di generare una nuova vita. Secondo la teoria dell’evoluzione, gli organismi di qualunque specie (e dunque anche gli esseri umani) hanno “una spinta inconsapevole a trasmettere le loro caratteristiche a quanti più individui possibile”, ad ottenere il cosiddetto successo riproduttivo; pertanto questi criteri di attrazione sono divenuti parte del nostro patrimonio genetico “e ci inducono a comportarci come ci comportiamo e a provare quello che proviamo anche quando non intendiamo lasciare progenie o non possiamo raggiungere lo scopo” (Attili, 2017).

Uomo ricco

Per quanto riguarda l’attrazione infine si rivelano veri entrambi i proverbi : “chi si somiglia si piglia” e “gli opposti si attraggono”. Quanto alla somiglianza, gli studi scientifici svelano che tendiamo ad essere attratti da persone che abbiano lineamenti del viso simili a una figura importante della nostra infanzia: può somigliare a genitori, fratelli, altri parenti, persone che la nostra famiglia frequentava durante l’infanzia o bambini con cui giocavamo assieme. Verso la persona che ci attrae noi proviamo, a causa di questa somiglianza, un immediato e indefinito senso di familiarità. Quanto invece al proverbio sugli opposti, gli studi scientifici affermano che, attraverso l’olfatto, noi siamo attratti da persona che possiedono un sistema immunitario molto diverso dal nostro: a livello evoluzionistico, il senso di questo meccanismo è rendere gli eventuali figli più resistenti agli agenti patogeni esterni. Possiamo nuovamente vedere che la natura tende a metterci nelle condizioni migliori per poterci riprodurre – anche se poi la scelta sta a noi.

Nella prossima puntata del nostro viaggio attraverso il “cervello in amore” parleremo del innamoramento.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...